3916 visitatori in 24 ore
 320 visitatori online adesso





destionegiorno
Stampa il tuo libro



franca merighi 42

Franca Merighi

Sono nata a Milano, per caso, perché i miei genitori e tutta la mia famiglia sono di Bondeno (Ferrara). Avevo solo 5 anni, quando emigrammo tutti in America, nel bellissimo e prospero Venezuela, che ora purtroppo non è nemmeno l’ombra di quel paese meraviglioso che ci ha accolto con amore, dove sono ... (continua)


La sua poesia preferita:
The way I miss you
Although you’re
in my heart,
I miss you
Although you’re
present in my life,
I miss you
I miss the air you breath,
the water you drink,
and the sun that warms you.
The stars, the moon the sky,
that are above you
I miss them too!
Even the words...  leggi...

Nell'albo d'oro:
It seems to me
When I hear the wind
blowing so strongly
it seems to me you’re here!
.
When the clouds move so quickly
and change the...  leggi...

Tu y yo
Caminamos en la vida
por diferentes senderos
y aunque pasen mil años
jamás nos encontraremos.

Somos como el mar y el cielo,
como la luna y el sol,
tu tan alta en tu riqueza,
yo tan pobre con mi amor.

Me miras de arriba a abajo
para ti soy un...  leggi...

Triste realtà
Mille volte la mia penna
lontano vorrebbe andare
ma non può continuare
ad ogni tratto tentenna...

La tristezza padroneggia
nell’intimo del mio cuore
e fuggire da lei vuole,
mi ferisce, mi danneggia

Mentre scrivo, mi dispero
la difficoltà mi...  leggi...

Fantasia morente
Sono ferite le ali della fantasia,
ella è inerte, non può più volare,
chiusa in se stessa, senza l’allegria,
sperando che qualcosa la faccia risvegliare...

Era agile, saltava in mezzo ai prati,
felice percorreva laghi e fiumi,
ora, non si muove, e...  leggi...

Sognar di sognarti ancora
Vorrei tanto sognarti,
avere l’illusione
d’incontrarti veramente,
di sentire la tua mano
che sfiora la mia mano
la tua vicinanza ardente
il tuo profumo inebriante
la tua voce suadente...
Il suono delle campane
mi desta di soprassalto
sognar di...  leggi...

Notte Santa
E’ nato un Re
in una stalla,
è nato povero
e senza culla,
Che regno strano:
senza uno scettro
senza corona,
senza un nonnulla...
Ma tutti vanno
ad adorarlo,
quel bimbo povero
quel bimbo bello.
E quella notte
la Notte Santa
un dolce...  leggi...

Lo leo en tus ojos
Aunque me digas
que no me quieres
lo leo en tus ojos bellos
que cada vez que me miran
me mandan miles destellos
y me dicen claramente
que algo por mi tu sientes...

Te quiero cerquita de mi
como la arena y el mar
como la abeja y la flor
yo,...  leggi...

Parole inutili
Queste parole spazzate via dal vento,
inutili parole senza frutto
come tristi campane che suonano per lutto
come le notti...  leggi...

Cobardía
Cuantas veces he probado
a decirte que te quiero
pero me falta el valor
porque arriesgarme no puedo...

si me rechazas me muero
de sufrimiento y de pena
por éste amor que me quema
y me consume por dentro...

Lo sé, es una...  leggi...

Fuego en la Tarde
Atardecer de fuego
anaranjados y rojos
como pinceladas
que se mezclan con armonía
entre el mar y el cielo.

Esa luz maravillosa
que se refleja en tus cabellos
y que enciende tus mejillas
y despierta mis deseos.

Mágicos...  leggi...

Come le foglie in autunno
Come le foglie in autunno
sbattute qua e là dal vento
sollevate a volte, imprigionate altre
così sono io, così mi sento...
Come dentro a un mulinello
che non si ferma mai
giro, giro, senza meta, e il mondo
mi appare più...  leggi...

Franca Merighi

Franca Merighi
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
The way I miss you (17/08/2017)

La prima poesia pubblicata:
 
Come le foglie in autunno (31/10/2015)

L'ultima poesia pubblicata:
 
Al calar del sole (03/03/2024)

Franca Merighi vi consiglia:
 Parole inutili (08/11/2015)
 Con pluma y papel (30/05/2017)
 Anche così si muore (27/08/2017)
 Autumn with you (23/09/2017)
 Quando sbocciano le viole (18/02/2020)

La poesia più letta:
 
Cobardía (12/01/2016, 11100 letture)

Franca Merighi ha 11 poesie nell'Albo d'oro.

Leggi la biografia di Franca Merighi!

Leggi i segnalibri pubblici di Franca Merighi

Leggi i 523 commenti di Franca Merighi


Leggi i racconti di Franca Merighi


Autore del giorno
 il giorno 13/02/2020
 il giorno 13/02/2020
 il giorno 29/08/2019
 il giorno 17/06/2019
 il giorno 15/05/2019
 il giorno 02/05/2019
 il giorno 20/03/2019
 il giorno 20/03/2019

Autore della settimana
 settimana dal 19/11/2018 al 25/11/2018.
 settimana dal 21/08/2017 al 27/08/2017.

Franca Merighi
ti consiglia questi autori:
adriana sini
 Alberto De Matteis
Umberto De Vita
 poeta per te zaza
Mariasilvia

Seguici su:



Cerca la poesia:



Franca Merighi in rete:
Invia un messaggio privato a Franca Merighi.


Franca Merighi pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

ErosPoesia.com ErosPoesia.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

Aquilonefelice.it AquiloneFelice.it

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

Naufraghi

Amore

"Senti Luca! Questa volta ti lascio per davvero!" "Com’è possibile che tu sia così incredibilmente testardo?"

"Ma tesoro..."

"E non mi chiamare tesoro! Lo fai solamente quando ti vedi perso!"

"Va bene, farò quello che mi hai chiesto, ma sappi che sarà contro la mia volontà!"

"La tua che? Tu non sai nemmeno cosa sia la volontà!"

"Adesso però esageri Elisa, un conto è la volontà e un altro è andare contro le proprie idee, il proprio orgoglio!!"

"Sarei curiosa di sapere come faremmo a vivere con il tuo orgoglio! Sono mesi che dici di aver cercato lavoro da tutte le parti, ma senza risultato, e ti permetti il lusso di rifiutare quello che ti offre mio padre!".

"Senti cara, a te sembra normale che io accetti questo lavoro, dopo tutto quello che tuo padre ha detto di me?, che sono un fannullone, che mi sono sposato con te mirando ai suoi soldi, che da solo non avrei combinato mai niente di buono? E tanto altro che non sto qui ad elencare! Ma va bene, va bene! Accetterò il lavoro che mi offre, ma ti avverto, alla prima sua frase indisponente me ne vado immediatamente!"

Questo era diventato il nostro matrimonio, un susseguirsi di rimproveri, liti e situazioni sgradevoli come questa.

Elisa ed io ci eravamo conosciuti in un Club dove si giocava tennis, un posto che frequentavano solo i ricchi, io ero praticamente sempre invitato da qualche amico e non mi preoccupavo affatto della mia posizione modesta. Ma l’ amore si sa, non guarda in faccia le classi sociali, e così ci trovammo innamorati e felici di esserlo. Dopo un anno Elisa se ne accorse di essere incinta e il padre volle un matrimonio da favola (che io non approvai, ma che alla fine si fece secondo i gusti di mio suocero e di Elisa).

Io lavoravo come meccanico e guadagnavo abbastanza per vivere, ma non quello che Elisa pretendeva, e fu così che suo padre mi offrì di lavorare per lui nella contabilità della sua azienda. Accettai malvolentieri, quel lavoro non mi piaceva, seduto dietro a una scrivania tutto il giorno a fare operazioni e a seguire una contabilità che mi esasperava. Così decisi di andarmene. Ero un bravo meccanico, avrei trovato sicuramente un lavoro in questo campo. Ma purtroppo mi sbagliavo, la situazione economica del paese era peggiorata e i pochi posti liberi erano stati già occupati.

Il padre di Elisa, pur di accontentare sua figlia, mi aveva riproposto il lavoro che avevo lasciato, non prima di avermi detto in faccia quello che pensava di me! Mi sentivo umiliato, offeso. Amavo seriamente mia moglie, e fu solo quello a farmi tornare dentro a quel’ ufficio con la coda tra le gambe, come si suol dire...

Purtroppo però, quella situazione forzata mi rese taciturno ed ero spesso di cattivo umore. Quando finivo di lavorare non mi andava di tornare a casa, me ne andavo ai giardini a respirare un po’ d’ aria pura. I giardini erano frequentati da molte persone, quasi tutte anziane, anche da mamme con bimbi piccoli in carrozzina. Pensavo al mio bambino di pochi mesi, e immaginavo Elisa che lo portava a spasso con la sua carrozzina, ma era un sogno vano, perché mia moglie voleva lavorare a tutti i costi, e mio figlio era nelle mani di una babysitter.

Mentre pensavo queste cose un piccolo cane mi si avvicinò per annusarmi i piedi, aveva un guinzaglio che si trascinava dietro, ma nessuno che lo stesse cercando. Presi il guinzaglio e mi misi in piedi con l’ intenzione di cercare il suo padrone. Dopo una passeggiata di mezz’ ora una splendida ragazza si avvicinò sorridendomi e sgridando il cagnolino disse:

"Ma dove eri scappato furbacchione?"

"Mi trovò lui a me, che sedevo su una panchina a mezzo chilometro da qui"

"Meno male che non le è capitato niente di male, o che non me l’ hanno portato via, è un cane di razza e..."

"Si, vedo, vedo. Ecco il suo cane, ma stia attenta a non lasciarlo scappare un’ altra volta!"

"No, certo che no! Senta, per sdebitarmi con lei accetta un caffè nel bar qui vicino?"

"Accetterei volentieri, ma mi si è fatto tardi"

"Ma andiamo! Quanto tempo ci vuole a prendere un caffè?"

Il suo bellissimo sorriso e quegli occhi color miele mi convinsero ad accettare. Prendemmo quel caffè insieme, e da quel giorno furono molti i caffè che bevemmo insieme. Ormai era diventata una piacevole abitudine, e io me ne accorsi che aspettavo impaziente il suo arrivo ogni giorno... Laura, così si chiamava, era una studentessa di medicina al suo ultimo anno e stava preparando la tesi, per staccarsi un po’ dai libri e sgranchirsi le gambe, usciva tutti i giorni a portare Billy ai giardini, mi disse anche che era completamente libera, e che viveva da sola. i suoi genitori erano morti quando lei era piccolissima e una zia l’ aveva allevata con tanto amore.

Io le dissi che ero sposato e che avevo un bimbo di otto mesi, ma che non ero felice nel mio matrimonio .In principio ci sforzavamo di parlare del più’ e del meno, ma si capiva che morivamo dalla voglia di baciarci, cosa che accadde inevitabilmente... Fu un bacio lungo e dolcissimo e io mi sentii in paradiso. Devo ammettere che con Elisa era stata una cosa più’ passionale, che bruciava i sensi ma che ora, si erano spenti lasciando solo cenere.

Continuammo a vederci, parlavamo di mille cose, finché un giorno, invece di salutarci come facevamo sempre, io andai a casa sua, e per la prima volta vivemmo il nostro amore interamente. Questo amore vissuto così, ci faceva sentire padroni del mondo, era troppo bello, però era un sogno che doveva finire prima o poi, non potevo dimenticare che avevo una famiglia, un figlio che non mi vedeva mai e anche se mi si straziava il cuore dovevo, ripeto dovevo allontanare Laura da me. Sapevo benissimo che avremmo sofferto tutti e due, ma era meglio così, era giusto così.

Laura mi guardò con quegli occhi meravigliosi color miele, pieni di lacrime. Ci abbracciammo come due naufraghi che sentono di affogare senza che niente e nessuno ci potesse aiutare. Io mi staccai da lei con fatica, il cuore a pezzi e me ne andai senza girarmi. Stavo dicendo addio alla felicità ed Elisa non avrebbe mai saputo quello che avevo fatto per salvare il nostro matrimonio.


Franca Merighi 10/11/2020 07:40 999

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
I fatti ed i personaggi narrati in questa opera sono frutto di fantasia e non hanno alcuna relazione con persone o fatti reali.

SuccessivaPrecedente
Successiva di Franca MerighiPrecedente di Franca Merighi

Commenti sul racconto Non vi sono commenti su questo racconto. Se vuoi, puoi scriverne uno.

Commenti sul racconto Avviso
Puoi scrivere un commento a questo racconto solamente se sei un utente registrato.
Se vuoi pubblicare racconti o commentarli, registrati.
Se sei già registrato, entra nel sito.

La bacheca del racconto:
Non ci sono messaggi in bacheca.


Vedi i racconti di Franca Merighi:
nella categoria:
dell'anno:
















Pubblicate i vostri lavori in un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici?
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Racconti

Amore
Era un giorno di pioggia
Lacrima d’amore
Per nulla al mondo ti abandonero’
Angela
Fiamme d’amore
Sei il mio angelo ritardatario
Non ti lascerò andare via
Mare anni Sessanta
Naufraghi
La mia Domenica
L’anello con brillantino
Sogni di gioventu’
Voglio credere in te - (Seconda parte)
Voglio credere in te
Freddo dentro al cuore
Tu sei la mia ispirazione
Cenerentola al contrario
Non mi mancava niente
Indipendenza e Amore
Per sempre unica
Ti conosco troppo bene
All’improvviso
Sacrificio d’amore
La finestra davanti a casa
Biografie e Diari
Quel piccolo finestrino
Era il 1942
Comicità e Satira
Tesoro, io lavoro!"
Dramma
La mia vita cambiata
Disperazione silenziosa
Sei vecchia, devi ubbidire!
Lasciami vivere
Quell’ amore lontano
Quando i soldi non servono
Passi nel buio
Erotismo e per adulti
Due cuori alluvionati
Fantasy
Non era facile per niente
Non so chi sono
Gelato indigesto
Soffitta magica
Non è un classico!
Sono una parte di te
Stupida gelosia
Il figlio ritrovato
Una ragazza nel parco
C’era una volta
Gelosia
Incontro colpevole
Standing ovation
Una storia come tante
Un amore impossibile
La mia notte brava
La scatola d’argento
Non tutti i mali vengono per nuocere
Poteva andare peggio
Una vita perfetta
Il coraggio di cambiare
Orgoglio ferito
Wanda
Giallo e Thriller
ORE Di ANGOSCIA
Notte d’orrore
Luigi e Maddalena
Una serata tranquilla
Ragazzi
Tutti i fiori del mondo non basteranno
Tutti i fiori del mondo non basteranno
Gioco pericoloso
Una vita sbagliata
Voglia di libertà
Autunno da dimenticare
Noia
CRESCERE PER FORZA (seconda e ultima parte)
Crescere per forza
La miglior tesi
Fiaba di Natale
Una ragazza "difficile"
Sociale e Cronaca
Bugie
Un profumo particolare
Due amiche virtuali
Spiritualità
Don Filippo

Poesie

Racconti

Amore
Era un giorno di pioggia
Lacrima d’amore
Per nulla al mondo ti abandonero’
Angela
Fiamme d’amore
Sei il mio angelo ritardatario
Non ti lascerò andare via
Mare anni Sessanta
Naufraghi
La mia Domenica
L’anello con brillantino
Sogni di gioventu’
Voglio credere in te - (Seconda parte)
Voglio credere in te
Freddo dentro al cuore
Tu sei la mia ispirazione
Cenerentola al contrario
Non mi mancava niente
Indipendenza e Amore
Per sempre unica
Ti conosco troppo bene
All’improvviso
Sacrificio d’amore
La finestra davanti a casa
Biografie e Diari
Quel piccolo finestrino
Era il 1942
Comicità e Satira
Tesoro, io lavoro!"
Dramma
La mia vita cambiata
Disperazione silenziosa
Sei vecchia, devi ubbidire!
Lasciami vivere
Quell’ amore lontano
Quando i soldi non servono
Passi nel buio
Erotismo e per adulti
Due cuori alluvionati
Fantasy
Non era facile per niente
Non so chi sono
Gelato indigesto
Soffitta magica
Non è un classico!
Sono una parte di te
Stupida gelosia
Il figlio ritrovato
Una ragazza nel parco
C’era una volta
Gelosia
Incontro colpevole
Standing ovation
Una storia come tante
Un amore impossibile
La mia notte brava
La scatola d’argento
Non tutti i mali vengono per nuocere
Poteva andare peggio
Una vita perfetta
Il coraggio di cambiare
Orgoglio ferito
Wanda
Giallo e Thriller
ORE Di ANGOSCIA
Notte d’orrore
Luigi e Maddalena
Una serata tranquilla
Ragazzi
Tutti i fiori del mondo non basteranno
Tutti i fiori del mondo non basteranno
Gioco pericoloso
Una vita sbagliata
Voglia di libertà
Autunno da dimenticare
Noia
CRESCERE PER FORZA (seconda e ultima parte)
Crescere per forza
La miglior tesi
Fiaba di Natale
Una ragazza "difficile"
Sociale e Cronaca
Bugie
Un profumo particolare
Due amiche virtuali
Spiritualità
Don Filippo


Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2024 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it